LA CANTINA

L’azienda  Caldera, condotta  da  Fabrizia Caldera e dal marito Roberto Rossi, continua una storia ormai secolare tramandata da ben quattro generazioni. Essa è legata alla tradizione ed al territorio, nel pieno rispetto della natura e dell’uomo,  attenta alle moderne evoluzioni di mercato e  rivolta sempre più alle proposte di qualità.

I vigneti sono ubicati a Portacomaro, Agliano, Vigliano e Costigliole d’Asti.

La selezione delle migliori uve, provenienti da vigneti di vecchio impianto (tra i 30 e i 50 anni), una produzione quantitativamente bassa (in molti casi inferiore ai 50 quintali per ettaro), potature eccentuate ed opportuni diradamenti di grappoli nelle annate più prolifiche, contribuiscono ad elevare la qualità.

Tutti i vini sono ottenuti dal vitigno in purezza, perché l’azienda ritiene di caratterizzarsi maggiormente non confondendo i gusti e ricercando la tipicità del prodotto. Tutto ciò non sarebbe sufficiente ad accrescere il valore dei vini, se non avvalendosi di moderne tecnologie (stabilizzazione a freddo ,  imbottigliamento sterile mediante microfiltrazione) e di un competente ed amico Enologo astigiano Dottor Mario Redoglia che controlla con professionale attenzione anche la parte agronomica in vigna .

L’antica grande cantina, dotata di parcheggio privato nel cortile antistante, si trova in Portacomaro Stazione, facile da raggiungere seguendo il cartello che si affaccia sulla strada statale Asti-Casale.
Dispone, tra l’altro, di un ampio locale dall’elegante soffitto con mattoni “a vista” che ospita l’affinamento dei vini più importanti in botti grandi e piccole (barriques) in legno di rovere.
La selezione delle migliori uve, provenienti da vigneti di vecchio impianto(tra i 30 e i 50 anni) garantisce una produzione quantitativamente bassa(in molti casi inferiori ai 50 quintali per ettaro), potature eccentuate ed opportuni diradamenti di grappoli nelle annate più prolifiche, contribuiscono ad elevare la qualità.

Tutti i vini sono ottenuti dal vitigno in purezza, perchè l’azienda ritiene di caratterizzarsi maggiormente non confondendo i gusti e ricercando la tipicità del prodotto.
Contribuiscono ad ottenere vini di alta qualità apprezzati da anni sia in Italia che all’estero, anche le moderne tecnologie.

La produzione e l’affinamento dei vini sono seguiti dal noto enologo astigiano Mario Redoglia, esperto winemaker, che controlla con professionale attenzione anche la parte agronomica in vigna.

it_IT